Trasformiamo il balcone in veranda come un giardino d’inverno

Nappe alle tende? Piccoli ornamenti di grande raffinatezza
27 Novembre 2021
Addobba le tue tende per Natale
18 Dicembre 2021
Show all

Trasformiamo il balcone in veranda come un giardino d’inverno

Realizzare una veranda sui balconi è una soluzione per guadagnare spazio soprattutto in invernoTerrazzi e balconi spesso vengono abbandonati durante l’inverno. Purtroppo, con il sopraggiungere dell’inverno questi ambienti si utilizzano sempre meno e per non rinunciare a questi spazi un’ottima soluzione è quella di chiudere balconi e portici, costruendo verande per balconi e terrazzi. Una volta chiusi con pareti in vetro, policarbonato o plexiglass, possono essere considerati come “accumulatori” di calore e luce durante i mesi invernali, raccogliendo energia da mettere a disposizione degli altri ambienti.

Inoltre diventano un luogo ideale per la messa a dimora di piante e fiori, a cui si assicura protezione durante tutte le stagioni.

La normativa: serve un permesso per costruire una veranda?

Trasformare un balcone in una veranda, aggiunge volume alle abitazioni e per questo prima di eseguire i lavori è necessario verificare che ci sia volumetria residua sufficiente per la costruzione. Dipende dalla combinazione di diversi fattori, di cui il principale è il tipo di abitazione su cui si interviene.

Se si tratta di un condominio la prima cosa da fare è verificare possibili indicazioni o divieti presenti nel regolamento condominiale e dopo di che, nello studiare il progetto, vanno sempre garantiti il decoro (e quindi l’impatto del nostro intervento sull’aspetto dell’intero edificio) e la sicurezza della struttura. In questo caso, è sicuramente conveniente anche ottenere un riscontro positivo in assemblea condominiale prima di iniziare i lavori proponendo il progetto, così da evitare problemi successivi alla realizzazione dell’opera.

Sia che si tratti di un condominio che di un’abitazione indipendente, però, sarà necessario informarsi rispetto al regolamento comunale. Come per tutte le opere che danno origine ad ambienti indipendenti, ampliano locali esistenti e modificano la volumetria dell’edificio, c’è il rischio di incorrere in un abuso edilizio. Ma come possiamo chiudere un balcone senza rinunciare alla loro forma originale? Ci sono più soluzioni, a diversi costi e con differenti risultati estetici, in base ai materiali e alle strutture che si scelgono. Ad esempio per la scelta del telaio della veranda è possibile valutare materiali come il legno, il metallo e il PVC, per creare una struttura da fissare ai due solai. Per le chiusure laterali si può pensare al vetro, al policarbonato o al plexiglass.
Anche un tendaggio adeguato (oscurante per la privacy o a pacchetto per regolare meglio la luce) potrebbe essere un ulteriore strumento utile per trasformare la veranda in una piccola stanza da lavoro o disbrigo. Per una consulenza più accurata chiedete a noi di Massalongo Tendaggi, sapremo darvi consigli e preventivi adeguti al vostro progetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.