Zanzariere, a Verona schiuse uova per quattro specie di zanzare

Tende a rullo, una scelta estetica e funzionale
27 Maggio 2019
Trova il giusto equilibrio tra tenda e benessere secondo la filosofia Feng- Shui
29 Giugno 2019
Show all

Zanzariere, a Verona schiuse uova per quattro specie di zanzare

Specie di zanzare  più diffuse in Veneto

Le Culex sono zanzare di tipo stanziale, non si allontanano molto dal luogo in cui vivono e depongono le uova. E’ la nostra zanzara comune. La loro puntura è dolorosa e sono più attive all’alba e durante il crepuscolo.

Le Anopheles, purtroppo note per la loro capacità di diffondere la malaria, sono zanzare anch’esse piuttosto stanziali. Sono attive principalmente nelle ore notturne dal crepuscolo all’alba.

Le Aedes sono le più temibili. Fanno parte di questa specie la famigerata zanzara tigre e l’ultima arrivata la “zanzara coreana”. Sono particolarmente aggressive, possono percorre grandi distanze e sono attive durante tutto l’arco del giorno con una maggiore intensificazione dell’attività all’alba e al tramonto. Anche la puntura della Aedes è molto dolorosa.

 

La zanzariera, come dice il nome stesso, è un dispositivo atto a proteggerci dalle zanzare.
Appare scontato quindi che la sua installazione abbia la finalità di tenere lontani dall’ambiente interno questi insetti con il loro irritante ronzio e le loro fastidiose punture.
In realtà la sua utilità non è soltanto questa, ma i vantaggi dovuti al suo uso sono molteplici.

Per prima cosa infatti le zanzariere tengono lontani molti altri tipi di insetti come mosche, cimici, ragni e altri. Di conseguenza le zanzariere sono in grado di proteggerci anche dalle malattie di cui alcuni insetti sono portatori.

In alcune zanzariere le maglie sono appositamente trattate con prodotti insetticida (vengono denominate proprio “zanzariere trattate”). Questa tipologia nacque negli anni Ottanta a difesa di malattie particolarmente pericolose per l’uomo come la malaria.

Altri vantaggi delle zanzariere

Con l’installazione di zanzariere alle finestre, si può però godere di altri vantaggi perché ci si protegge da questi fastidiosi insetti, mantenendo al contempo le finestre spalancate e quindi arieggiando adeguatamente gli ambienti interni.

Un buon ricambio d’aria è infatti fondamentale per il benessere e la salute e sarebbe veramente sbagliato dovervi rinunciare per impedire l’ingresso alle zanzare.

Certamente, con le zanzariere il flusso d’aria viene leggermente indebolito, ma non abbastanza da impedirne il giusto ricambio.


La prima scelta possibile è tra modelli fissi e mobili.

Le zanzariere fisse sono in realtà ideali per le aperture di ambienti interrati, come il garage o la cantina.
Per gli ambienti domestici sono ovviamente da scegliere quelle apribili, per poter usufruire completamente delle finestre.

Dopo tale scelta, potete passare a valutare il modello che maggiormente fa al caso vostro, tra:

  • zanzariere a molla con scorrimento laterale, adatte a finestre, balconi e vetrate di grandi dimensioni. Sono disponibili a una o a due ante e si arrestano manualmente in qualsiasi punto
  • zanzariere a molla con scorrimento verticale: hanno le stesse caratteristiche delle precedenti, ma cambia solo il meccanismo di apertura e chiusura
  • zanzariere con anta americana: sono quelle tipiche delle porte di ingresso delle case di campagna in America; sono quindi di solito a una sola anta e adatte a porte finestre che danno sul giardino
  • zanzariere a catenella: presentano una catenella all’esterno e una all’interno, per facilitarne l’utilizzo, consentendo di chiuderle fino a terra senza doversi abbassare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *