La moda dei tendaggi creata dalla Regina Vittoria

I tuoi spazi creati da una tenda
17 Luglio 2019
Ogni stanza vuole la sua tenda
3 Agosto 2019
Show all

I tendaggi d’interno come li desidera sua maestà

Regina di Gran Bretagna e Irlanda dal 1837 è stata la protagonista di un lunghissimo regno che ha guidato con fermezza e carisma, tanto che il periodo in cui ha regnato viene definito “età vittoriana”. Sì, stiamo parlando della Regina Vittoria. Questa regina ha rivoluzionato l’Europa intera in fatto di mode e innovazioni. Prima di tutto negli arredi, come carte da parati, tappeti e tendaggi. Le texture decorative si ispirano alle tendenze letterarie e artistiche dell’epoca (dai racconti di Oscar Wilde, i pittori preraffaelliti, gli scrittori dell’esotismo, il preludio dell’art noveau che si affacciava dalla Francia) tutto influenza le scelte e i colori degli accessori d’interno. Le tende d’interno coprono le alte e ampie finestre, i drappi cadono come delle colonne greche verso il pavimento con colori in tinta con il resto della stanza con inserti o elementi che possano dare un forte contrasto di colore. I tessuti sono pregiati e decorati con temi floreali nelle stoffe più pesanti (per chiudere la luce fuori dalla casa) un secondo velo di tessuto decorato più leggero scherma invece la luce in modo più soffuso quando le stoffe sono abbracciate ai lati. La penombra era preferita nei salotti vittoriani, per creare una atmosfera certamente più pacata ma anche per evitare che la troppa luce danneggiasse i vari soprammobili di valore che venivano importati dall’oriente o dall’Africa. Inoltre si riduceva l’ingresso della polvere dalle finestre che non erano ermetiche come le attuali. Oggi la moda è cambiata, la luce è protagonista dei nostri ambienti ma lo stile dei tessuti che decorano molte tende da interno e carte da parati sono ancora fortemente ispirati a disegni dell’epoca. Solo una grande donna o un grande uomo può dettare nuovi stili di design e di cultura con una fortissima personalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *