fbpx

Installare le tende in un condominio: regole da rispettare

Ora legale, più luce e più benefici
28 Marzo 2020
Protezioni mobili per negozi e uffici
26 Maggio 2020
Show all

Installare le tende in un condominio: regole da rispettare

Installare delle tende da sole in un condominio non sempre è un’operazione che dipende solo dal gusto personale e dal proprio portafoglio. Dietro questi innocue protezioni, vi è una serie di regole e limiti che provengono dal condominio, da rispettare per non incorrere in problemi futuri. Vediamo come è semplice agire, senza doversene poi pentire.
Innanzitutto si deve rispettare il decoro architettonico è la regola principale per assicurarsi una buona convivenza volta al rispetto delle regole. A questa si aggiunge la necessità di chiedere l’autorizzazione circa il fissaggio dei teli e dei ganci per ancorare la tenda.

Il regolamento condominiale: questo regola soprattutto la materia del decoro dello stabile. Per questa ragione, i nuovi regolamenti mettono in chiaro anche tutto ciò che riguarda l’installazione delle tende da sole e non solo. Sono previste limitazioni circa grondaie, climatizzatori, stipetti esterni e tutto ciò che possa deturpare la facciata principale dell’edificio.

 

L’autorizzazione al fissaggio dei ganci delle tende da sole
Anche in questa materia, il regolamento condominiale può rivelarsi chiarificatore. In questo caso si parla del fissaggio dei ganci. Questi, secondo il particolare meccanismo previsto, vanno fissati al sottobalcone dell’unità immobiliare che sovrasta l’appartamento interessato. In questo caso è anche bene ricordare una piccola differenza circa i balconi: incassati o aggettanti.
I balconi aggettanti sono considerati dei veri e propri prolungamenti della propria unità immobiliare, di proprietà esclusiva. Sono esclusi dal discorso proprietario sia i rivestimenti che gli elementi decorativi che si riferiscono alla parte frontale e quella inferiore. Vengono considerati quindi beni comuni, poiché vengono inseriti nel prospetto dell’edificio, risultando gradevoli dal punto di vista estetico.
Quando i balconi sono incassati, la proprietà viene divisa in due, poiché questi rientrano nel solaio interpiano.
Quindi come è possibile agganciare le tende da sole? Quando vi è un balcone di tipo aggettante che non abbia elementi che vadano a connotare l’estetica del palazzo, i condomini interessati ad installare le tende da sole dovranno chiedere il permesso circa l’apposizione dai ganci, al proprietario che ha il balcone come pertinenza. Quando invece sono presenti elementi caratteristici del decoro dell’edificio, l’autorizzazione dovrà essere richiesta alla compagine condominiale.
Quando vi è il caso di balcone incassato, il permesso per l’installazione dei ganci non deve essere richiesto ad alcuno. In caso, si può optare per una richiesta informale.

Vi può essere l’imposizione del colore?
Qualora non vi siano regole specifiche circa l’installazione di tende da sole nel condominio, bisogna tener conto di una certa linea di stile che sia adeguata all’edificio. Più che il colore però (comunque importante) va tenuto conto della facciata. In questo caso vanno evitati tutti gli abbinamenti eccentrici, azzardati e che vadano a creare una certa disarmonia cromatica che può ledere la bellezza di un certo edificio.

Quando le tende da sole si considerano abusive
Le tende da sole nel condominio dovranno dare un valore aggiuntivo, per questo è necessario rispettare determinati canoni estetici ma anche legislativi, per poter installare queste schermature e non incorrere in particolari problemi e in successivi contenziosi con il condominio. Quando creano dissonanze con l’estetica dell’immobile, è necessario prendere dei provvedimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *